venerdì 30 giugno 2017

"Peter Somigliava Moltissimo al Bacio Segreto di Mrs Darling"

Mrs Darling fece un sogno.
Sognò che l’Isola-che-non-c'è si era avvicinata troppo e che uno strano ragazzo ne era scivolato fuori. Non si spaventò perché sapeva di averlo visto sul volto delle donne che non hanno figli. Forse lo si può vedere anche sul volto di alcune donne che sono madri.




R. Ingpen




Ma, nel suo sogno, il ragazzo aveva squarciato il velo che nasconde l’Isola-che-non-c'è, e così Mrs Darling vide Wendy, John e Michael sbirciare attraverso lo strappo. Il sogno in sé non l'avrebbe certo turbata, ma mentre dormiva e sognava, la finestra della nursery si spalancò all'improvviso, e un ragazzo atterrò sul pavimento.
Lo accompagnava una strana luce non più grande di un pugno che guizzava per la camera come fosse una creatura viva, e credo che fu proprio quella luce a destare Mrs Darling.
Mrs Darling si svegliò di soprassalto, lanciando un grido, vide il ragazzo, e - non so come e perché -   capì immediatamente che era Peter Pan.



R. Ingpen




Se voi, o io, o Wendy fossimo stati presenti, avremmo notato che Peter somigliava moltissimo al bacio segreto di Mrs Darling. Era un ragazzo affascinante, rivestito di foglie secche e della linfa che stilla dagli alberi, ma la cosa più incantevole è che aveva ancòra i suoi dentini da latte, e, quando si rese conto di trovarsi davanti a un adulto, gli digrignò contro quelle sue piccole perle.
Mrs Darling urlò, e, come in risposta allo squillo di un campanello, la porta si spalancò e Nana, di ritorno dalla sua uscita serale, irruppe nella nursery e si avventò ringhiando contro il ragazzo, che guizzò via attraverso la finestra.
Mrs Darling urlò di nuovo, ma, questa volta, per paura che si fosse ammazzato, e si precipitò in strada alla ricerca del suo corpicino, ma non ne trovò alcuna traccia. Alzò gli occhi e, nel cupo cielo notturno, vide solo una stella cadente. Quando ritornò nella camera dei bambini, si accorse che Nana stringeva qualcosa tra i denti: era l’ombra del ragazzo.


S. Gustafson



Mentre lui si librava dal davanzale, Nana aveva serrato velocemente le ganasce, troppo tardi per catturarlo, ma in tempo per afferrare la sua ombra, che non era riuscita a seguirlo.


Da "Peter Pan and Wendy", di J.M. Barrie.
Traduzione: Mab's Copyright


R. Ingpen



Nessun commento: